Il consiglio che mi sento di darti è quello di evitare di perdere tempo in inutili chiacchiere: vai subito al punto ricordando al destinatario le informazioni che vuoi portare alla sua attenzione. Prendiamo, per esempio, il caso di una fattura. Un creditore ha il diritto di esigere di essere pagato e quindi di inviare un sollecito alla scadenza del termine ultimo previsto per il pagamento della fattura, anche nel caso in cui il ritardo da parte del debitore sia di un solo giorno. Essendo la prima volta che invii un messaggio di questo tipo, però, vorresti accertarti di non commettere errori e così non ti dispiacerebbe avere qualche “dritta” su come scrivere una mail di reminder. Al termine della scadenza, il debitore diventa in ritardo in automatico e a quel punto scatta il diritto da parte del creditore di esigere il pagamento delle somme che gli spettano. Volendo, puoi cogliere la palla al balzo per chiedere al destinatario conferma di aver preso visione del messaggio e di farti sapere se parteciperà all’evento che hai organizzato. Di norma, essa comprende un primo sollecito di pagamento e il secondo o ultimo sollecito con minaccia di precetto esecutivo. Pensione: cosa scrivere nella mail di sollecito all’Inps. Per scrivere un’email di reminder efficace ti consiglio di partire dall’oggetto. © Aranzulla Srl a socio unico - Piazza della Repubblica 10 - 20121 Milano (MI) - CF e P.IVA: Ti garantisco che non vi è nulla di complicato nell’effettuare ciò, anche perché nella guida di oggi ti guiderò passo dopo passo nella composizione di questo genere di messaggi: da come scrivere l’oggetto a come introdurre l’email, passando per il corpo del messaggio e i saluti finali. La lettera di sollecito di pagamento è uno dei mezzi più diffusi nel mondo giuridico e commerciale per reclamare un pagamento non effettuato. Si tratta, però, di una procedura abbastanza lunga e molto dispendiosa, quindi si consiglia sempre di valutarla bene a seconda della situazione. Il sollecito verbale spesso potrebbe essere insufficiente, quindi è bene procedere con una tutela più formale dei propri interessi: ma come si scrive una lettera di sollecito di pagamento efficace? Nell’ipotesi in cui nessuna delle tre lettere di sollecito di pagamento inviate dovesse raggiungere l’obiettivo per il quale era stata inviata, c’è la possibilità di ricorrere alle vie legali. Sono diverse le situazioni nelle quali ci si potrebbe ritrovare a dover scrivere una lettera di sollecito di pagamento: un affitto non corrisposto da parte del proprio affittuario o il mancato pagamento di uno stipendio sono solo alcuni dei casi più ricorrenti. Le email saranno inviate automaticamente dal sistema a seconda dei giorni impostati prima e dopo la scadenza. forma: Un concetto molto importante per capire quando è il momento giusto per procedere con l’invio di un sollecito di pagamento è quello della scadenza. AZIENDA X. e dal suo nome e cognome. Tutto bene?”, “Caro [nome destinatario]” o “Ehi [nome destinatario], come stai?“. Per queste ragioni, è importantissimo scrivere nel modo corretto l’oggetto: se non lo fai, il destinatario potrebbe persino decidere di cestinare il messaggio, senza nemmeno aprirlo! Solleciti di pagamento Vediamo in questa guida come creare i solleciti automatici che ricordano ai vostri clienti quando una scadenza di pagamento relativa ad una fattura emessa nei loro confronti stà per scadere. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Come dici? II esempio (Quando è ormai certo che il primo sollecito è caduto nel vuoto, il creditore ne scrive un secondo. Dopodiché rileggi l’intero messaggio per assicurarti di non aver commesso alcun errore e di non aver tralasciato alcun dettaglio e, se è tutto okay, invialo. Se dalle valutazioni fatte determini che l’email che stai scrivendo è informale, puoi iniziare il messaggio con un bel “Ciao [nome destinatario]! È necessario abilitare JavaScript per … Non hai la più pallida idea di come introdurre una mail di reminder? Nello scegliere la forma di commiato da usare, devi tener conto del tono usato nel resto dell’email. Secondo una recente ricerca, a livello commerciale sono pochissimi i prospect che rispondono al primo tentativo di contatto, e le percentuali di risposta restano basse almeno fino al 5° tentativo: lo studio ha infatti registrato un tasso di risposta del 18% alla prima e-mail inviata e il 13% alla quarta; è invece il sesto tentativo quello che ha segnato le più alte percentuali di risposta (il 27%). La lettera può essere inviata, tramite PEC o raccomandata A/R, dallo studio legale scelto per portare a termine il recupero crediti. La seconda lettera ha un tono più formale e contiene il riferimento alla prima lettera di sollecito. Con questo post, quindi, cercherò di darti qualche consiglio su come impostare una lettera da inviare al conduttore, postando un fac simile di sollecito per il pagamento dell’affitto mensile e, se questo non sortisse effetto positivo, su come recuperare i canoni di locazione non pagati. Hai organizzato una “rimpatriata” con tutti i tuoi ex compagni di scuola. La differenza rispetto alle prime due consiste nel fatto che in questo caso il sollecito ha anche l’obiettivo di mettere in mora il debitore, ovvero di richiedere gli interessi maturati sul mancato pagamento della fattura, che scattano dal momento in cui il debitore riceve la terza lettera di sollecito di pagamento: gli interessi di mora vengono calcolati in base al tasso fissato dalla Banca Centrale Europea. In caso di mancata regolarizzazione, seguiranno nei prossimi mesi gli accertamenti d'ufficio, che prevedono l'applicazione di una sanzione pari al 30%, per il pagamento omesso. Se la fattura non viene pagata entro i termini concordati risulta insoluta: a quel punto è lecito chiedere il pagamento attraverso il ricorso al sollecito di pagamento. Anche in questo caso, non è detto che a toni più pressanti corrisponda una pronta reazione da parte della persona che non ha saldato il suo debito nei confronti del creditore. Dopo aver scelto la forma di saluto che ti sembra più congeniale, devi passare alla stesura del corpo del messaggio: è in questa parte dell’email che devi inserire il promemoria vero e proprio. Il fac simile lettera di sollecito di pagamento presente in questa pagina può essere utilizzato come esempio e modificato in base alle proprie esigenze. Nella seconda lettera di recupero crediti devono essere inseriti ancora una volta gli estremi del debito, quindi il numero e l’importo della fattura alla quale ci si riferisce. Lettera di riscossione del credito sollecito - Basta riempire i spazzi vuoti e stampare in qualche minuto! È necessario procedere con un secondo sollecito, se si vuole cercare di recuperare i propri soldi. Questa lettera accessibile ricorda al cliente i termini del contratto di credito e richiede il pagamento entro una data specifica per evitare un'azione di recupero. Nell'esempio di email di promemoria che stiamo scrivendo a Joan Perez per Project ABC, abbiamo incorporato questi elementi come segue: Il corpo del promemoria dell'email è dove comunichi il tuo messaggio. situazioni che si possono verificare. Hai bisogno di una consulenza su questo argomento? Spero che il tuo progetto stia procedendo per il meglio. un invio tramite email, che però non ha valore legale. Un esempio di email di sollecito ai colleghi. Questo sito contribuisce alla audience di, Scrivere l’oggetto di una mail di reminder. sollecito di pagamento e messa in mora. Traduzioni in contesto per "sollecito di pagamento" in italiano-tedesco da Reverso Context: Un ulteriore sollecito di pagamento è stato inviato in aprile e due nel giugno 2010. Sostituite i segnaposto con le vostre informazioni: tutti i fac simile di sollecito di pagamento comprendono dei moduli di testo, ad esempio i campi per l’indirizzo, che svolgono la funzione di segnaposto. 08200970963 - N. REA: MI 2009810 - C.S. Vi è anche una differenza fra i dipendenti del settore pubblico o privato. Servizio Tributi. Il tono di questo sollecito è più secco e meno conciliante del precedente) ROSSI Srl Ferramenta Via G. Garibaldi 7 20162 – Milano Il modello di lettera di sollecito di pagamento è messo a disposizione in formato Doc, può quindi essere aperto e compilato utilizzando un programma, come Word, che supporta questo formato. Questa è senza dubbio una delle parti più importanti della lettera che stai per scrivere, visto che l’oggetto non solo riassume l’argomento generale trattato nell’email, ma è anche il primo elemento che il destinatario del messaggio leggerà. Nel controllare le nostre scritture contabili ci risulta insoluta. Proseguendo nella navigazione si accetta l'uso dei cookie, in caso contrario abbandonare il sito. L’avvocato interviene di solito nell’invio della terza lettera di sollecito, che è quella nella quale è contenuta anche la richiesta degli interessi maturati per il mancato pagamento. Per quanto riguarda le modalità di invio della lettera, come avviene per il primo sollecito, si può scegliere tra: Se anche in seguito all’invio della seconda lettera di sollecito, il pagamento della fattura dovesse continuare ad essere insolvente, è possibile rivolgersi a un avvocato. tel. Nella lettera di sollecito si elencano gli estremi del debito che deve essere saldato dal debitore. P.IVAXXXXXXX Si ricorre all’invio di un sollecito di pagamento tutte le volte in cui il creditore, prima di agire in tribunale con gli strumenti processuali (una causa ordinaria, la richiesta di un decreto ingiuntivo, ecc.) Se, ad esempio, vuoi ricordare al destinatario la data della riunione che terrai la prossima settimana o del corso di formazione a cui lo hai precedentemente invitato, potresti usare come oggetto il nome dell’evento seguito dal periodo o, ancor meglio, dalla data in cui si terrà (es. EMAIL PER SOLLECITARE UN PAGAMENTO (primo sollecito) Oggetto: fattura insoluta Gentile , la contatto in merito al pagamento della fattura n. da noi emessa il ___ , con scadenza ___ . Questo modello di lettera di richiesta di pagamento può essere usato per sollecitare il pagamento di un insoluto da parte di un cliente. Riunione editoriale settimana prossima o Aranzulla Day: nuovo corso di formazione [anno]). Per ricordare loro la data e il luogo del tanto atteso evento, hai deciso di inviargli un’email che faccia da promemoria. La ricerca evidenzia anche come circa il 70% dei primi messaggi inviati si trasformano in email senza risposta. Per prima cosa dobbiamo creare i solleciti che vogliamo inviare.Possiamo creare uno o più solleciti che si differenziato per tempo di invio […] Ti mando questa mail perché avrei bisogno di un tuo consiglio sul progetto a cui sto lavorando. Puòi conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy. La lettera di sollecito di pagamento può essere scritta da qualsiasi soggetto: in genere sono le grandi aziende che si rivolgono alle società di recupero crediti nel caso di pagamenti insolventi da parte di un cliente, ma si tratta in genere di cifre considerevoli. Spedizione in ritardo, Ritardato pagamento, etc.) l’importo che deve essere pagato, il numero, la data e la scadenza della fattura alla quale ci si riferisce nella lettera; la nuova scadenza fissata per saldare il pagamento; l’eventuale indicazione di lettere di sollecito inviate in precedenza. In questo caso si consiglia l’utilizzo di una PEC, che può anche aggiungere una garanzia ulteriore in merito alla certezza della ricezione da parte del debitore; una classica lettera cartacea, inviata tramite una raccomandata A/R. Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Non vedi l’ora che arrivi il giorno in cui li rincontrerai dopo tanti anni per sapere che carriera hanno intrapreso, se hanno messo su famiglia e quant’altro. Mettiti bello comodo, prenditi tutto il tempo che ti serve per concentrarti sulla lettura dei prossimi paragrafi e, cosa ancora più importante, attua le “dritte” che ti darò. Ecco un esempio di mail che puoi utilizzare: Ciao Laura, Come stai? Non è stato poi così difficile, vero? La costituzione in mora obbliga il debitore a risarcire eventuali danni causati dal mancato pagamento, ma comporta anche all’interruzione del termine di prescrizione e la cosiddetta perpetuatio obligationis, ovvero il trasferimento in capo al debitore del rischio che la prestazione diventi impossibile. Ti auguro buona lettura e, soprattutto, buon lavoro! Ciò sta a significare che, nella redazione del sollecito, il comando di polizia non dovrà rispettare alcuna particolare forma sacramentale e che, in ogni caso, contro il preavviso non sarà possibile presentare ricorso. Per concludere l’email di reminder che hai appena redatto, metti la virgola subito dopo il saluto finale, vai accapo e firma la lettera usando la firma semplice (soltanto con nome e cognome) o con la firma completa (nome, cognome e informazioni di contatto). Nello scrivere l’oggetto dell’email, sii esplicito andando subito al dunque della questione (es. fare con un sollecito di pagamento è il contenuto della lettera, non tanto la 0341 481220. e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. Sì? Nella terza lettera di sollecito è obbligatorio pagare la marca da bollo pari a due euro nel caso in cui l’importo dovuto fosse superiore a 77,47 euro. Se hai già inviato un richiamo di pagamento al tuo cliente a cui non ha dato seguito alcuna azione, è il momento di avviare la procedura di sollecito. Una volta individuata la forma di saluto che ti sembra più consona all’email che stai scrivendo, inserisci la virgola subito dopo il nome o il saluto scelto e vai accapo per procedere con la stesura del corpo del messaggio. Può essere espressa in maniera diretta la possibilità di rivolgersi al tribunale nel caso in cui il pagamento nei confronti del creditore dovesse continuare a non essere effettuato. Terminata la stesura del corpo del messaggio, puoi finalmente congedarti. Se, invece, vuoi dare un’impronta formale al messaggio, magari perché è destinato a una persona che non conosci, usa una forma di saluto costituita da un aggettivo di circostanza, come “Egregio” o “Gentile“, seguito dal titolo adatto al destinatario (es. Molto bene! Modelli di sollecito di pagamento con istruzioni. Se anche in seguito all’invio della seconda lettera di sollecito, il pagamento della fattura dovesse continuare ad essere insolvente, è possibile rivolgersi a un avvocato. Memo/Sollecito di pagamento automatico Dalla sezione Configurazioni/Gestione notifiche è possibile impostare l’invio automatico dei memo e/o solleciti di pagamento. Sig./Sig.ra come abbreviazione di Signore/Signora; Dott./Dott.ssa come abbreviazione di Dottore/Dottoressa, da usare per le persone laureate, etc.) Se, invece, stai scrivendo un’email formale, puoi utilizzare una frase di collegamento un po’ più distaccata, come “Dopo averle inviato l’invito all’evento X, colgo l’occasione per ricordarle che…” o “Immagino che sia alquanto impegnato in questo periodo e le chiedo scusa se la disturbo, ma volevo soltanto ricordarle l’evento che terrò…“. corso, cena, viaggio, meeting, etc.) Sebbene possa assumere toni e riferirsi ad ambiti differenti, le finalità della lettera di sollecito di pagamento sono le medesime. La terza lettera, infine, ha un tono più perentorio e in genere indica i termini entro i quali il debitore è tenuto a pagare il suo debito, altrimenti rischia il ricorso alle vie legali. Se le cose stanno effettivamente così, sappi che sei capitato proprio nella guida giusta al momento giusto! Si noti che il corpo del messaggio di promemoria inizia su una nota positiva complimentandosi con il lavoro precedente di Joan. Quindi è prassi diffusa inviare dei solleci di pagamento cordiali, per non rovinare il rapporto instaurato con il cliente, ma chiari nelle intenzioni. Comunque sia, l’importante è andare dritti al punto, evitare di essere prolissi (è nel messaggio che devi indicare tutti i dettagli che vuoi ricordare al destinatario, non nell’oggetto! E, prima ancora, qual è l’iter da seguire per procedere con un eventuale recupero crediti? che vuoi ricordare al destinatario, magari segnando in grassetto tutti questi particolari (se ricordi, ti ho spiegato come fare in un altro tutorial). È sempre consigliabile inviare una lettera di sollecito di pagamento con delle modalità che possano permettere di verificare che il documento sia stato effettivamente ricevuto dal debitore, ovvero la PEC oppure una raccomandata A/R. Il tono del secondo sollecito di pagamento è leggermente più forte rispetto a quello della prima lettera. Il sollecito di pagamento è lo strumento formale adottato per pretendere il pagamento di una fattura insoluta. https://www.aranzulla.it/come-scrivere-email-di-sollecito-1062746.html Cos’è un sollecito di pagamento, qual è la procedura da seguire e qualche consiglio utile su come scrivere una lettera di sollecito di pagamento. Questa può consistere in qualsiasi tipo di fattura non saldata e pertanto immediatamente esigibile da parte del creditore. https://www.aranzulla.it/come-scrivere-una-mail-di-reminder-1091868.html ), usando possibilmente non più di 45-50 caratteri. Microsoft. trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Spesso, nei casi meno gravi, un ritardo nei pagamenti può essere dovuto a una dimenticanza o a una momentanea mancanza di disponibilità economica da parte del debitore. Viceversa, se finora hai tenuto un tono formale, sarebbe molto più appropriato usare forme di saluto più “ingessate”, come “Distinti Saluti“, “Cordiali Saluti” o “Cordialmente“. Per questo motivo è necessario inserire al suo interno alcune informazioni indispensabili, ovvero: Considerato che la lettera di sollecito di pagamento deve avere un valore legale nel caso in cui si fosse costretti a ricorrere al tribunale, si consiglia sempre di inviarla con metodi di spedizione che possano dimostrare l’avvenuta ricezione del documento, quali sono la PEC o una raccomandata A/R. Dopo aver scritto l’oggetto del messaggio, puoi finalmente iniziare a scrivere il testo dell’email, partendo dai saluti iniziali. Ecco cosa bisogna sapere in merito. A questo punto, sarà il professionista a inviare l’ultima richiesta di sollecito di pagamento. Ha pubblicato per Mondadori e Il loro contenuto è simile, ma i toni sono abbastanza diversi. Tuttavia, se vuoi evitare di sembrare troppo diretto o addirittura brusco, puoi usare una frase di collegamento fra il saluto iniziale e il promemoria. Le fatture sono documenti nei quali viene sempre riportata la modalità di pagamento e, dunque, la relativa scadenza. : 10.000,00 € i.v. Magari potresti usare una frase del tipo “Fammi sapere se hai ricevuto il messaggio e se potrai venire all’evento. Ci sentiamo presto!” (se hai scritto un’email informale) o “In attesa di un suo cortese riscontro, le porgo i miei distinti saluti” (se hai scritto un’email formale). Questo sito fa uso di cookie per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Il primo sollecito può avere tono bonario, quasi una nota informativa.In caso di raccomandata o lettera, e di indicazione di un importo oltre i 77,47 euro, si deve apporre marca da bollo da 2 euro. Via xxxxxx. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. Nelle prossime righe, infatti, ti fornirò dei consigli su come scrivere in modo efficace i messaggi tramite i quali inviare dei promemoria ai rispettivi destinatari. Per giunta una lettera di sollecito pagamento preparata da un avvocato permette un accordo pacifico fra il creditore e il debitore con soluzioni ragionevoli, per esempio la rateizzazione del debito, invece di ricorrere subito ad una costosa e lunga causa legale in tribunale per ottenere un pagamento coattivo da parte di un giudice. Dopo aver valutato i fattori sopraccitati, puoi scegliere fra varie forme di saluto e aggettivi di circostanza (quest’ultimi da usare soltanto nelle email formali). città xxxxX. Subito dopo la frase di collegamento, inserisci il promemoria vero e proprio: indica chiaramente la data, l’ora, il luogo e, possibilmente, anche il nome dell’evento (es. ESEMPIO SOLLECITO PAGAMENTO. Invia una richiesta! Il sollecito di pagamento rappresenta, pertanto, un semplice invito al pagamento, ma non è una vera è propria ingiunzione. Il sollecito di pagamento può articolarsi in tre fasi: Vediamo come funziona più nel dettaglio e quali sono le varie Ciò che conta di più quando si ha a che La prima lettera corrisponde infatti a una sorta di tentativo bonario, un promemoria per ricordare a un debitore di saldare una fattura. Utilizziamo sia cookie tecnici che cookie di terze parti. Come regola generale, possono essere inviate fino a tre lettere di sollecito di pagamento. Per questo motivo, la prima lettera di sollecito è una richiesta molto informale, nella quale vengono riportati i dati più significativi della fattura, ovvero: Cosa accade se la prima lettera di sollecito di pagamento non dovesse avere l’effetto sperato? In realtà non bisogna ricorrere a chissà quali formule: devi semplicemente salutare il tuo interlocutore, proprio come fai quando scrivi una qualsiasi altra email. per quanto riguarda il termine ultimo di pagamento, non si tratta di un elemento che deve essere obbligatoriamente presente nella lettera di sollecito, pena la sua inefficacia; lo stesso si può dire per eventuali riferimenti al ricorso ad azioni legali: sicuramente sono frasi che caricano i toni della lettera, che vengono spesso utilizzate al fine di far crescere la pressione che grava sul debitore. Nello scegliere la formula di saluto da usare, devi tener conto però di almeno un paio di fattori. Allora, sei pronto per iniziare? Scarica esempi di documenti professionali in Word (.doc) e Excel (.xls) Un sollecito di pagamento consiste in una richiesta formale, attraverso una lettera scritta, che deve essere inviata dal prestatore di un servizio che non ha ricevuto il pagamento che gli spettava nei tempi previsti. Se nutri dei dubbi su quale forma di saluto utilizzare, magari perché il rapporto che intrattieni con il destinatario non è né confidenziale, né formale, puoi optare per forme di saluto “ibride”, come “Salve“, “Buongiorno” o “Buonasera“. Nello scrivere l’oggetto dell’email, ti consiglio di essere il più esplicito possibile indicando in modo chiaro qual è l’obiettivo per cui hai inviato il messaggio in questione. Per evitare di restare vittima delle lungagini burocratiche di questa o di quella amministrazione, vi suggeriamo di utilizzare il modello lettera di sollecito invio documenti, che trovate di seguito.Vi raccomandiamo di inviarlo con raccomandata A/R. Come spiegato precedentemente, non c’è un tempo stabilito entro cui l’Inps deve rispondere. Se hai scritto un’email informale, ad esempio, sarebbe appropriato usare un saluto del tipo “Ci sentiamo presto!” o “Buon proseguimento!“. A questo punto, sarà il professionista a inviare l’ultima richiesta di sollecito di pagamento. Sono sicuro che, se lo farai, non avrai il benché minimo problema nel portare a termine la tua “impresa”. A volte può capitare di rimanere in attesa per molto tempo di documetazione importante. intende ricordare al debitore il proprio obbligo di pagamento. Mondadori Informatica. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei Una volta inserito il promemoria dell’evento che vuoi portare all’attenzione del destinatario, inserisci anche eventuali informazioni aggiuntive che potrebbero essergli utili o, se vuoi evitare di “appesantire” troppo l’email con dettagli superflui, informalo del fatto che sei disponibile a rispondere a eventuali domande e dubbi, magari usando frasi del tipo: “Se ti servono informazioni aggiuntive al riguardo, fammi un fischio!” (se stai scrivendo un’email informale) o “Per qualsiasi dubbio, non esiti a contattarmi: rimango a sua completa disposizione.” (se stai scrivendo un’email formale). P.IVA XXX SPETT.LE AZIENDA Y VIA XXXXXXXX CITTA’ XXXXXX. In questa guida ti spiego come inviare una lettera di sollecito di pagamento fattura, ti offro degli esempi di lettere da inviare via posta (tra cui la lettera finale), ti offro degli esempi di mail che puoi inviare con la tua pec, ti spiego come funziona la messa in mora e come calcolarla, dunque cosa fare se il cliente continua a non pagare. Nella terza lettera è spesso contenuta una comunicazione di messa in mora, vengono cioè richiesti gli interessi. Se lo ritieni necessario, potresti inserire prima del nome dell’evento che vuoi ricordare, la dicitura PROMEMORIA per dare maggiore “enfasi” al messaggio. Accesso istantaneo a 1.300 moduli legali e di affare. Se si tratta di un’email informale, potresti usare una frase amichevole, del tipo “È da una vita che non ci sentiamo, volevo soltanto ricordarti che…” o “È davvero bello poterti scrivere di nuovo per ricordarti che…“. Compila il modulo di Consulenza Premium, la natura dell’operazione effettuata, per la. Si tratta di un documento nel quale sono sempre presenti: In genere, per le fatture il pagamento si verifica a 30 o a 60 giorni dalla data di ricezione. I tempi di risposta si sono enormemente allungati oscillando circa di otto mesi.